C’eravamo (non) tanto amati…

Francesco Maria di Majo

LIVORNO – C’è una premessa da fare: la dottoressa Roberta Macii, considerata da sempre come un’importante risorsa per il porto di Piombino dove operava, è stata a lungo contesa tra le AdSP di Livorno, dove operava, e Civitavecchia. Ma la sua scelta di andare come segretario generale nel sistema dei porti di Roma, non le ha reso fin da subito la vita facile. Che la Macii abbia più volte annunciato di volersene andare, in particolare per contrasti anche decisi con il suo presidente, è cronaca di due anni. E se il comunicato ufficiale parla adesso di divorzio consensuale, le cronache dei giornali quotidiani locali dicono ben altro: si era arrivati anche a un dossier di di Majo con varie accuse (anche l’uso improprio dell’auto di servizio) controbilanciato da durissime critiche del segretario generale alla gestione. Insomma, altro che reciproca stima e collaborazione: ci si sparava tra i denti, a detta del “Messaggero” sulle pagine locali.Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*