Squali nel Tirreno, prima non c’erano?

Ci scrive un ex agente di Polizia Penitenziaria, Roberto Sanna che oggi, in pensione, si diletta di raccolta di foto sulle colonie penali isolane dove ha lavorato:

Signor direttore, ogni tanto trovo il suo giornale nelle agenzie marittime livornesi dove faccio qualche visita agli amici. Ed ho letto su un vecchio numero che ci sarebbe un nuovo e grande afflusso di squali nei nostri mari, in particolare per il riscaldamento delle acque. Io non sono un esperto, ma ricordo benissimo che quando lavoravo alla colonia penale agricola di Pianosa – e parlo di almeno trent’anni fa – ogni tanto trovavamo allamati, nei tramagli che andavamo a calare sulla punta sud dell’isola, piccoli squali che il nostro medico ci diceva fossero di specie anche pericolose per l’uomo. Non ne abbiamo mai incontrati di grandi, anche perché facevamo prevalentemente vita terrestre, ma ricordo bene una fotografia che era negli uffici del direttore e che a mia volta fotografai e oggi vi invio: come potere vedere si tratta di uno squalo di oltre due metri, con una poco rassicurante bocca piena di denti, che fu pescato proprio davanti all’isola. C’è anche la data. Con questo non voglio entrare nel confronto tra esperti sul fatto che ci siano sempre più squali nei nostri mari. Ma voglio soltanto testimoniare che anche mezzo secolo fa c’erano. Ed erano anche belli grossi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*