Assiterminal, gli impegni dopo la burrasca

Alessandro Ferrari

ROMA – Lavorare sodo perché la legge di bilancio nazionale dia una mano ai terminal portuali, squassati dal Covid, dalle normative burocratiche non adeguate, dal vero disastro dei terminal crociere. Ma specialmente lavorare insieme, facendo massa critica malgrado la polverizzazione tipica del nostro paese delle associazioni di settore. È questo il “mantra” portato avanti da Assiterminal, con risultati che sembrano positivi. Lo chiediamo al direttore dell’associazione Alessandro Ferrari.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*