Isole toscane la Regione propone uno “spezzatino”

PIOMBINO – La “continuità territoriale” delle isole toscane e la nuova gara per gestire i traghetti del servizio sono state oggetto dell’incontro di due giorni fa a Piombino, nella sede dell’AdSP con alcuni dei sindaci isolani, i sindacati dei marittimi e l’assessore regionale Stefano Baccelli. Sintetizzando al massimo, va subito sottolineato che la proposta di partenza presentata dalla Regione Toscana, quella di dividere il servizio per le isole in tre (o forse più gare) ciascuna calibrata per le specificità dell’isola di destinazione, ha suscitato perplessità nei sindacati dei marittimi, ma anche qualche reazione positiva. Il sindaco di Capraia Lorenzo Renzi, l’isola più lontana e con maggiori difficoltà per la navigazione (sono 36 miglia di mare spesso duro per l’imbuto dei venti tra Capo Corso e la Gorgona) si è espresso in chiave possibilista al nostro telefono. “Ero stato informato dall’assessore Baccelli della proposta e anche se non ho potuto partecipare all’incontro mi sono dichiarato interessato, nome della comunità. Un servizio calibrato apposta sulle nostre esigenze: che sono, ovviamente, del tutto diverse da quelle dell’Elba”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*