Nautica a vele sgonfie si cimenta nel low cost

Preannunciate molte novità a costi intorno ai 10 mila euro, anche se la produzione nazionale rimane puntata sui grandi yachts – Lo spauracchio Finanza

Anton Francesco Albertoni
MILANO – L’hanno presentato, pur nella consapevolezza che sarà uno dei più difficili della sua storia, come il Salone Nautico delle piccole barche: ovvero, dell’offerta di barchette anche a diecimila euro, il prezzo di una Panda.

E’ l’identikit del 51º Salone nautico di Genova, che si terrà quest’anno dal 1º al 9 ottobre con circa 2 mila imbarcazioni e natanti, e 1.300 espositori, di cui il 35% stranieri. Anton F. Albertoni, presidente di Ucina, ha ribadito che il momento è difficile, sia per la crisi economica che taglia i consumi specie sulle famiglie medie (e la nautica non è certo una priorità per chi ha difficoltà a sbarcare il lunario) sia anche perché la rinnovata offensiva della Guardia di Finanza contro gli evasori fiscali ha creato un clima di preoccupazione nettamente superiore alla realtà dei fatti. Tanto che – dichiarazioni nell’ambito della presentazione del Salone avvenuta a Milano nei giorni scorsi – aumenta in modo esponenziale il numero delle imbarcazioni medie e grandi italiane che scelgono di navigare solo in Croazia o in Albania (nel Tirreno la meta preferita è diventata la Corsica) al sicuro dalle “incursioni” delle Fiamme Gialle.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*