Dal Propeller Trieste no al rigassificatore

Anche il governatore della Regione contraria all’opera

Fabrizio Zerbini

TRIESTE – Nel recente incontro del Propeller Club di Trieste, molto partecipato da soci ed ospiti, si è dibattuto di un argomento tornato improvvisamente alla ribalta: il rigassificatore a Trieste.
Nessuna contrarietà preconcetta, ma quel progetto specifico – presentato da Gas Natural a ridosso della Baia di Muggia – non può essere realizzato in quel sito – è stato detto – perché intralcerebbe lo sviluppo dei traffici portuali.
Unanime il giudizio sul progetto del rigassificatore espresso durante l’incontro organizzato dal Propeller di Trieste da parte di enti ed istituzioni locali, alle quali hanno fatto da contraltare le opinioni di Confindustria Venezia Giulia ed agenti marittimi, per i quali il progetto potrebbe costituire un’opportunità.
Nel suo intervento al tavolo dei relatori, la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha spiegato chiaramente che: “Si tratta di un’opera estremamente invasiva all’interno del porto, incompatibile con flussi attuali di traffico marittimo e con quelli che verranno implementati, perché esistono già i progetti per nuove infrastrutture”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*