Discusse le linee guida di Espo sul Libro Bianco trasporti UE

L’attualità degli indirizzi europei sulla ricaduta delle reti TEN-T nei terminal e la lentezza della crescita dell’intermodale – La riforma italiana nel quadro europeo – Le emissioni

Giuliano Gallanti

BRUXELLES – Di riforme siamo pieni, almeno negli annunci. E di riforme portuali, a livello d’Europa, si è parlato due giorni fa anche nella capitale europea nella riunione di Espo (European Sea Ports Organisation), l’associazione dei porti della UE che da almeno un paio d’anni spinge per l’applicazione – con gli opportuni correttivi – del Libro Bianco sui trasporti. Il dibattito è anche sull’opportunità di adeguamenti al documento strategico che è stato emesso nel 2011 e sul quale stanno piombando, con effetti a volte positivi a volte meno, le varie iniziative dei singoli stati europei, come quella italiana della riforma della legge 84/94.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*