“Montecristo” subito liberata

I pirati non sono riusciti a prendere ostaggi e si sono dovuti arrendere

Nello D'Alesio con il modellino della "Montecristo"

LIVORNO – Vista, catturata, liberata: l’avventura della bulk-carrier “Montecristo” di Dalmare – gruppo D’Alesio – è di quelle che richiedono una sintesi telegrafica. La nuovissima portarinfuse livornese, assaltata al largo della Somalia nel suo viaggio da Liverpool al Vietnam con un carico di rottami di ferro, com’è noto è stata liberata da un blitz congiunto delle navi americane e inglesi della task-force antipirateria della Nato. Ieri la nave, che ha avuto parecchi danni in plancia – i pirati hanno distrutto quasi tutta la strumentazione elettronica e di navigazione, nel tentativo forse di prenderne il comando – è arrivata a Gibuti sotto scorta della fregata italiana “Doria”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*