Relitto “Concordia”, Titan in pole position?

La cordata Usa sarebbe stata preferita a quella tra Neri e Smit – L’intervento della Regione

LIVORNO – La gara per il recupero del relitto della “Costa Concordia” è alle battute finali: ma qualche campanello d’allarme è già suonato per le imprese che puntavano sulla joint-venture Neri-Smit che ha brillantemente operato per il recupero del fuel. E che, indirettamente, avrebbero anche risolto il problema del superbacino di carenaggio di Livorno.

La LOC (London Offshore Consultants) che deve dare la valutazione tecnica sulle due offerte rimaste in gara (Neri-Smit e Titan-Micoperi-Mammoet) ha avuto a inizio settimana gli ultimi incontri con le due cordate. E se al momento che scriviamo non c’è ancora la decisione finale, alcuni segnali starebbero a indicare che la scelta tecnica avrebbe favorito la cordata dell’americana Titan.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*