Tutto il piano dei Micoperi

Posizionato il primo blocco d’ancoraggio dei 12 previsti

Angelo Roma

FIRENZE – L’Osservatorio di monitoraggio per il recupero della Costa Concordia sta seguendo, come previsto, gli interventi del consorzio Micoperi-Titan al Giglio. Ad oggi è stato fissato il primo dei 12 blocchi d’ancoraggio che impediranno alla nave di muoversi o scivolare sul fondale durante le operazioni di raddrizzamento.

L’ultimo aggiornamento, che è della fine della settimana scorsa, riferisce che sono state già istallate sul relitto le basi dei ganci delle catene che serviranno a raddrizzarlo; e inoltre si sta lavorando per completare entro il 19 settembre l’ancoraggio per bloccare l’eventuale scivolamento in basso dello scafo mentre nella parte centrale, tra la roccia e il relitto stesso, saranno impiantati quattro grappoli di pali (ogni grappolo formato da dieci pali) che manterranno in sicurezza il tutto attraverso un sistema di tiranti d’acciaio.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*