Ancona, priorità le infrastrutture

Malgrado lo scenario depressivo, l’Authority punta a completare le più importanti opere

ANCONA – Le opere infrastrutturali avviate dovranno essere proseguite e completate: è questo l’imperativo categorico sancito dal bilancio di previsione del 2013 dell’Autorità Portuale di Ancona, malgrado il persistente scenario economico depressivo.
E’ l’incipit del documento sul bilancio stesso firmato dal presidente avvocato Luciano Canepa e sottoposto al comitato portuale. Lo scenario depressivo cui il documento si riferisce nell’anno che sta per chiudersi ha portato a un calo dei traffici merci e passeggeri sulla direttrice greca, un analogo calo del traffico del carbone e la riduzione degli sbarchi delle rinfuse liquide.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*