Bonsignori e la guerra dei forestali

Sulla “guerra della cellulosa” in corso nel porto di Livorno, riceviamo.

Paolo Bonsignori

LIVORNO – Caro direttore, rilevo il Tuo recente articolo su “La Gazzetta Marittima” riferito al traffico di cellulosa sul Porto di Livorno, e desidero esporre alcune mie considerazioni.
Ricordo che circa 50 anni orsono, agli inizi della Tua carriera professionale, intervistavi, fra gli altri esponenti del porto, mio nonno Osvaldo nella sua qualità di Presidente della Sezione Marittima CCIAA. In parallelo, ritengo, che Tu avessi informazioni sull’attività della mia azienda che partecipava, già all’epoca, al traffico della cellulosa sul Porto di Livorno con il proprio contributo teso a divulgare ed incrementare i servizi e le strutture di Livorno.
Tale traffico, anche se destinato a Cartiere toscane, era principalmente inviato alle Cartiere del Centro e Nord Italia e quindi soggetto alla concorrenza di altri porti nazionali.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*