OLT, il terminale Offshore ora ha tutti i permessi

E’ stato completato il lungo percorso autorizzativo – Entro pochi giorni la partenza da Dubai – Le ricadute

Peter Carolan

LIVORNO – Si è tenuto all’interno della Commissione Ambiente del Comune di Livorno, l’incontro tra la società OLT Offshore LNG Toscana e la Commissione Ambiente per un aggiornamento sul progetto del Terminale OLT Offshore. Erano presenti per il Comune l’assessore all’Ambiente, Massimo Gulì, e per la società gli amministratori delegati Peter Carolan e Valter Pallano.
E’ confermato che il Terminale “FSRU Toscana” arriverà entro giugno in Italia e si posizionerà a 22 km al largo delle coste toscane, fra Livorno e Pisa, non visibile dalla terraferma. L’avvio delle attività commerciali è confermato per il terzo trimestre di quest’anno.
Il Terminale (lunghezza fuori tutto 288,6 metri, larghezza 48 metri, altezza 26,5 metri), il cui investimento complessivo ammonta a circa 850 milioni di euro, è stato autorizzato per una capacità annua pari a 3,75 miliardi di metri cubi di gas, il 4% del fabbisogno italiano.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*