Una diffida sul Porto Franco di Trieste

TRIESTE – Nella ricorrenza del Memorandum di Londra del 5 ottobre 1954 che ha affidato al governo italiano l’amministrazione fiduciaria del Territorio Libero di Trieste, il Movimento Trieste Libera ha contestato con lettera ufficiale al ministro italiano dei Trasporti e delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, la legittimità dell’inserimento del Porto Franco internazionale di Trieste nel sistema dei porti italiani.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*