Dibattito pubblico e un’aspirazione: “Less is more”

LIVORNO – Può anche darsi che mi mandi “di fuori” il rovinoso eccesso di burocrazia che caratterizza ormai i tempi e le farragini sui lavori pubblici (e privati) nei porti. Ma non ero il solo a manifestare insofferenza l’altro pomeriggio in Fortezza Vecchia, quando la prima ora e mezza- su un totale di tre ore – del “dibattito pubblico” sui progetti della Darsena Europa e stazione crociere è stata dedicata a spiegare i meccanismo del “dibattito pubblico”. Ovvero di un’invenzione scimmiottata dalla legge francese, con tanto di aggravante post-borbonica all’italiana, diventata obbligatoria per ogni grande opera pubblica: con il risultato che i tempi si allungano di un paio d’anni con la scusa di consultare le popolazioni ed avere il loro illuminato parere.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*