Mobility pakage e sciopero

ROMA – “Grazie alle sollecitazioni e alla grande mobilitazione dei sindacati dei lavoratori in Italia come negli altri Paesi dell’Unione, coordinati dall’ETF Transport, per il momento ha prevalso tra i parlamentari la tutela sociale della Ue, che è quella che vorremmo fosse messa sempre al primo posto in Europa”: a dichiararlo Claudio Tarlazzi, segretario generale, e Marco Odone, segretario nazionale della Uiltrasporti, commentando il voto espresso dalla Commissione Trasporti del Parlamento europeo sul Mobility Package autotrasporto merci. Sul tema i ministri dei Trasporti UE a dicembre scorso avevano trovato un compromesso non sufficiente per Uiltrasporti; che ha respinto la modifica peggiorativa sui tempi di lavoro, la possibilità del riposo a bordo e l’allineamento del salario agli standard del Paese in cui il lavoratore opera.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*