Delrio a Savona sulla piattaforma Maersk

Il ministro ricevuto dal direttore marittimo Pettorino, nominato commissario dell’Authority di Genova

Giovanni Pettorino

SAVONA – Nell’ambito di una visita istituzionale a Genova e Savona legata alla portualità, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, è stato ricevuto in Capitaneria dall’ammiraglio G. Pettorino, direttore marittimo della Liguria, e dal comandante del porto V. Vitale. Un picchetto armato di otto militari della Guardia Costiera savonese ha accolto con tutti gli onori previsti il ministro. A salutarlo in piazza d’armi della Capitaneria anche il vicario della Prefettura, l’onorevole Franco Vazio, il questore, i comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza. Il ministro, prima di trattare gli aspetti della portualità savonese, ha visitato la struttura della Guardia Costiera e si è intrattenuto con tutto lo staff del comandante Vitale, presente sempre l’ammiraglio Pettorino.

Il ministro con l’ammiraglio Pettorino e il comandante Vitale.

Il passaggio in Capitaneria – sede istituzionale territoriale del ministro dei Trasporti, dal quale la Guardia Costiera appunto dipende – è stato dovuto all’incontro con il presidente dell’Autorità Portuale Gl. Miazza ed il sindaco di Savona F. Berruti, per fare un punto sugli investimenti ed i cantieri nell’area portuale di Savona-Vado. A detto incontro hanno preso parte anche i vertici della Capitaneria, Pettorino e Vitale, oltre all’onorevole Vazio.
Successivamente il ministro Delrio ed il suo staff, sempre accompagnati dall’ammiraglio Pettorino e dal comandante Vitale, si sono spostati a Vado presso il costruendo terminal di APM Maersk, dove a Miazza e Berruti si sono uniti l’ambasciatore di Danimarca, l’onorevole Giacobbe, il sindaco di Vado M. Giuliano, il presidente della CCIA L. Pasquale, l’AD C. Merli di APM Maersk, l’AD di Fincosit (l’importante realizzatore dell’opera) S. Serpora. C’era anche tutto il cluster marittimo savonese ed i sindacati. Il Ceo di APM ha illustrato al ministro il progetto Piattaforma Multipourpose, che accoglierà dai primi del 2018 le mega containers da 15.000 TEU, e ne ha evidenziato l’avanzato stato di progressione dei lavori, confermando il recente acquisto delle megagrù.
Successivamente il ministro, con i rappresentanti di APM, Fincosit, dell’Autorità Portuale ed il vertice delle due Capitanerie, ha visitato tutta l’area di cantiere, e poi il terminal Reefer, come noto recentemente acquisito da APM.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*