Camera di Commercio del Tirreno bilanci e programma per il 2018

Riccardo Breda

LIVORNO – La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno si presenta, dopo 16 mesi dalla riforma che ha portato alla fusione delle due Camere di Livorno e rosseto, con un bilancio sano, che metterà a disposizione per quest’anno 2,5 milioni di risorse per interventi sul territorio, in massima parte a supporto delle imprese, della formazione e dei giovani.

Lo ha raccontato in due distinte conferenze stampa nelle due città il presidente camerale, dottor Riccardo Breda, affiancato dal segretario generale dottor Pierluigi Giuntoli. Breda ha ricordato che il pesante taglio ai diritti camerali (-50%) varato dalla riforma non ha impedito all’azienda di mantenersi vitale, malgrado anche altri oneri verso lo Stato o le istituzioni locali (354 mila euro di Imu, 424 mila euro di diritti allo Stato) pesino in modo anomalo per un ente che di fatto svolge una funzione pubblica. Anche aui diritti camerali ci sono oneri invisibili, nel senso che solo il 73% vengono pagati mentre l’evasione non è recuperabile a breve perché non esistono norme coercitive.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*