Sui portiquel tintinnardi manette

LIVORNO – Scrivo dal mio porto, ma queste poche osservazioni possono valere, io credo, per tutti i “sistemi” portuali del Paese. E se non siete d’accordo, saltate tutto, non m’offendo.

Il titolo è già una dichiarazione: mai come di questi tempi si è vista un’offensiva della magistratura su presunte malversazioni nei porti italiani di presidenti, apparati, operatori ed anche armatori. Sentenze definitive poche, per ora: ma tante spade di Damocle appese su settori dove un’indagine in corso può paralizzare non solo lo sviluppo economico e i piani d’impresa, ma anche la credibilità dell’intero sistema.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*