Al ministro l’imperativo: spendere

LIVORNO – Scriveva Oscar Wilde che un cinico è colui che vede le cose come sono e non come vorremmo che fossero. Allora saremo cinici, ma in buona compagnia: perché mentre il ministro delle Infrastrutture e Trasporti a Livorno promette quello che i conti pubblici le consentono – e non è molto rispetto alle aspettative – un’analisi di Marco Forti apparsa su Il Sole-24 Ore di una settimana fa fotografa un’Italia ferma al palo, con un PIL previsto da quarto mondo e ricette da dilettanti allo sbaraglio.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*