Dighe dei porti, ideali per l’eolico

Un po’ tutti i porti italiani – e non solo quelli italiani – sono alle prese con la conversione “green”, con piani importanti focalizzati in genere sui pannelli fotovoltaici.

C’è però chi, come l’ingegner Erminio Forzati di La Spezia, suggerisce per mail:

✍✍

Leggo di questa 🏃 corsa al fotovoltaico, che per quanto migliorato richiede pur sempre grandi estensioni, con risultati abbastanza modesti, quasi un ettaro per avere ‘energia necessaria ai consumi di un medio capannone industriale in porto.

Mi credo allora perché non usare le dighe esterne dei porti per l’eolico: non si può certo dire che ostano problemi paesaggistici, tra gru etc.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*