Sul relitto della Concordia ancora aperta la “fase II”

Una volta riportato a galla lo scafo dovrà essere rimorchiato in un bacino di carenaggio e Livorno si candida con forza

GENOVA – Costa Crociere e la struttura del Commissario delegato per l’emergenza per il naufragio della Costa Concordia, hanno confermato che la gara d’appalto per la rimozione del relitto della nave dall’isola del Giglio è stata vinta dalla società Titan Salvage, in collaborazione con la società italiana Micoperi. I lavori, soggetti ancora all’approvazione finale da parte delle Autorità italiane, inizieranno a maggio, con una durata precauzionalmente stimata in circa 12 mesi.


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*