Assoporti una staffetta al vertice

ROMA – A seconda dei punti di vista, è stata ritrovata l’unità d’intenti: oppure la montagna ha partorito il topolino. Fatto sta che lo “sturm und drang” all’interno di Assoporti si sarebbe concluso con una specie di “volemose bene”: aperto quasi come coniglio dal cilindro nell’incontro a due tra i candidati alla presidenza delle due fazioni, Luigi Merlo per i “nerliani” e Pasqualino Monti per quelli della ribellione; e riconfermato giovedì scorso nel direttivo, dove la proposta finale dei tre “saggi” di una presidenza a staffetta alla fine sembra essere stata accolta.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*