La logistica dell’auto sulle navi affronta il diktat sullo zolfo nei fumi

Entro il 2015 l’Europa chiede l’applicazione degli accordi IMO con solo lo 0,1% di zolfo nelle emissioni dei motori navali nel Baltico, nel mare del Nord e sulla Manica

BRUXELLES – L’associazione dei trasportatori europei di auto nuove (Ecg) presieduta da Costantino Baldissara, ha riferito del recente incontro con il commissario europeo per le politiche ambientali Janez Potocnik sulla normativa che dal 2015 impone il limite dello 0,1% dello zolfo nelle emissioni dei motori navali nel Baltico, nel mare del Nord e sulla Manica. Un limite che successivamente sarà adottato – l’Unione Europea è stata chiara in questo – anche per quanto riguarda il Mediterraneo.
Potocnik ha sostenuto che il limite alle emissioni di zolfo rappresenta un importante contributo alla salute dei cittadini ed è la semplice ratifica di quanto l’UE aveva accettato in sede dell’International Maritime Organization (Imo) fino al 2008. Dunque la posizione dell’Ue non può cambiare, e al massimo si potranno studiare – ha detto Potocnick – interventi per aiutare l’industria dei motori e della raffinazione a raggiungere gli obiettivi fissati per il 2015.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*