Comitato portuale a Livorno per i siti SIN alla Regione

Approvati anche i rinnovi delle autorizzazioni ad operare in porto e l’istallazione della statua della Madonna alla bocca sud dello scalo

Giuliano Gallanti

LIVORNO – Se ne parla da tempo, come soluzione migliorativa al “disastro” dei siti SIN che, istituiti dall’allora ministro dell’Ambiente Altero Matteoli, si sono rivelati poi un freno allo sviluppo e specialmente ai dragaggi portuali. Il tentativo: La Regione potrebbe presto diventare la soluzione ai problemi di cui soffre il porto di Livorno. La proposta sarà consegnata dall’assessore regionale Bramerini entro metà aprile ai tecnici del ministero dell’Ambiente, attraverso un provvedimento su cui hanno lavorato nei giorni scorsi il Comune, la Provincia e l’Autorità Portuale.
L’intenzione, dichiarata formalmente dal presidente della Port Authority Giuliano Gallanti nell’ultimo comitato portuale di fine marzo, è di escludere lo scalo labronico dall’area SIN, con l’eccezione delle zone Eni ed Enel.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*