Stanziati cento milioni per il porto di Piombino

Può così partire un “rilevante lotto” del nuovo piano regolatore – Ora atteso l’accordo istituzionale

Luciano Guerrieri

PIOMBINO – Il Consiglio dei Ministri ha approvato l’atteso Decreto Legge recante disposizioni urgenti per il rilancio dell’area industriale di Piombino con circa 100 milioni per le infrastrutture portuali, oltre che per il completamento della S.S 398.
Ora si apre la possibilità di un deciso salto di competitività – ha detto il presidente dell’Authority, Luciano Guerrieri – per il porto di Piombino e le attività logistiche ed industriali del territorio. Viene di fatto resa possibile e accelerata la realizzazione di un rilevante lotto funzionale del nuovo Piano Regolatore Portuale, che comprende un consistente dragaggio, un nuovo banchinamento comprensivo del molo foraneo con almeno un accosto per navi rinfusiere di grandi dimensioni, oltre ad opere di bonifica.
“Con queste dimensioni il porto potrà consolidare i propri traffici – ha detto ancora Guerrieri – ed acquisirne di nuovi in settori finora non esercitati come quello delle manutenzioni e riparazioni navali o i traffici crocieristi.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*