La Spezia sotto attacco

Ricorsi al Tar della Liguria e richiami al ministero dei Trasporti

Roberto Piccini

LIVORNO – Tramite lo studio legale Bassano, la Porto 2000 ha presentato al Tar della Liguria un ricorso contro l’Autorità portuale di La Spezia per la concorrenza – secondo il ricorso illegittima operata nel campo delle crociere, con l’utilizzo di aree con concessione per altri traffici e per l’utilizzo di banchine militari dell’Arsenale. Analogo ricorso, come del resto era stato preannunciato, è stato presentato anche dall’Autorità portuale di Genova sempre contro la Spezia per le crociere.
Roberto Piccini, presidente della Porto 2000, ha confermato che al ricorso seguiranno ulteriori azioni: in particolare un’interrogazione al ministero delle Infrastrutture e Trasporti, e probabilmente anche al ministero della Difesa, sull’utilizzo delle banchine militari.
Secondo Piccini, l’offensiva di La Spezia per quanto a suo dire inopportuna (“Si tratta di sottrarre navi ai porti del sistema – dice Piccini – e non certo di guadagnare nuovi traffici”) può anche essere legittima con il criterio della libertà di concorrenza, purché rispettando le regole e le normative. Il che non avviene, almeno secondo i ricorsi al Tar. In particolare l’utilizzo delle banchine militari viene considerato, secondo l’accusa, una forzatura che crea danno ai due porti ricorrenti.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*