“Raccordo” e i tempi per la nuova logistica

La candidatura all’“Easy Railway Infrastructure” di ERICA e la contestualità con la piattaforma Europa

Antonella Querci

LIVORNO – Parliamoci chiaro: “Raccordo”, l’importante progetto presentato nei giorni scorsi a Piombino dalle Autorità portuali affiancate di Livorno e Piombino, è uno studio, che è stato approvato e finanziato sul bando TEN-T del 2103 sul quale sono già stati avviati significativi interventi. Siamo insomma sul concreto, non sul libro dei sogni come qualcuno sottovoce ha voluto commentare. La direzione sviluppo strategici dell’Authority livornese guidata da Antonella Querci su questo tema ci lavora da due anni e il risultato presentato proprio nell’incontro al Phalesia di Piombino va ben oltre le schede e le aspirazioni. Ma interessante anche e specialmente è apparsa la parte tecnica sviluppata con i progetti ERICA (Easy Railway Infrastructure and Customs Access) e RAISE-UP (connessione ad ERICA per il porto di Piombino) sui quali si sono dilungate le relazioni del pomeriggio e che delineano un lavoro ancora da completare, che punta a un ulteriore sviluppo della rete di servizio su ferro, coinvolgendo anche il porto di Marina di Carrara.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*