Su pre-clearing e corridoi ferroviari due note dell’Agenzia delle Dogane

Indicazioni agli uffici periferici per armonizzare le procedure dello sdoganamento in mare – E per l’allargamento dell’esperimento Ikea tutte le prescrizioni per i punti di ricevimento

ROMA – Sull’estensione del pre-clearing anche ai ro/ro c’è stato di recente un esperimento ben riuscito sulle banchine livornesi. Adesso l’Agenzia delle Dogane ha affrontato con due recenti circolari l’allargamento del pre-clearing per le merci in arrivo nei porti nazionali, sulla base di normative UE ma anche nel tentativo di armonizzare quanto sta avvenendo nei singoli porti, spesso in base a iniziative locali concordate con gli uffici portuali delle dogane e le Autorità portuali e marittime. In particolare, un chiarimento teso ad armonizzare i sistemi è arrivato di recente con la nota 53187/2015 della settimana scorsa.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*