L’UE vara nuove regole dei porti per la trasparenza e per i servizi

BRUXELLES – Parla di maggiore trasparenza finanziaria nei porti e per l’accesso al mercato dei servizi portuali il “pacchetto” di norme approvato la settimana scorsa dal consiglio del parlamento europeo sotto la guida del presidente Joseph Muscat.

Uno dei punti più importanti – e sul quale c’erano legittime preoccupazioni – è quello relativo all’autonomia riconosciuta al singoli Stati dell’Unione per regolamentare la gestione dei porti e nei porti. Ma siamo solo all’inizio del cammino, perché l’atto ufficiale che trasformerà il “pacchetto” in legge dovrà essere approvato anche dal parlamento di Bruxelles e dai singoli stati presumibilmente entro metà febbraio: e diventerà operativo 20 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, quasi certamente entro marzo.Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*