Il cardinale Sepe in visita al CIS Interporto di Nola

Nella foto: Il cardinale Sepe con i vertici di ICS e dell’Interporto di Nola.

NOLA – L’Interporto Campano, tramite la società controllata ISC (Interporto Servizi Cargo), torna ad investire e a creare occupazione. Entro il 2020, infatti, raddoppierà il numero degli addetti della impresa cargo. È stato ribadito nel corso della visita del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli.

Dopo aver visitato il polo logistico-distributivo, il cardinale Crescenzio Sepe ha incontrato imprenditori e maestranze, esprimendo parole di speranza e di incitamento per tutta la comunità del CIS/Interporto: «Con il lavoro si combatte la criminalità che succhia il sangue ai nostri giovani. Il lavoro elimina il “male”. La criminalità è come l’erba cattiva che nasce dove non c’è niente da fare, dove non c’è lavoro e non ci sono alternative. Allora si è facilmente preda dei richiami di chi ti offre un lavoro che è mortifero.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*