Confindustria Romagna attacca il blocco trivelle del Milleproroghe

Nella foto: Una piattaforma marina davanti alla costa ravennate.

RAVENNA – Il Paese è bloccato, le attività economiche legate all’energia continuano a essere in sottordine nei piani nazionali, o anche peggio: si bloccano attività di ricerca sul territorio che potrebbero invece dare nuova linfa.

A sostenerlo con un duro intervento dei giorni scorsi è il presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli. Che in riferimento al nuovo blocco di sei mesi per le operazioni delle trivelle in Adriatico, inserito nel decreto “Milleproroghe”, parla dei danni economici ma anche d’immagine dell’Italia.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*