L’addio a Francesco Nerli

Francesco Nerli

LIVORNO – Ora che Francesco Nerli ci ha lasciato – un po’ troppo presto, aveva solo 71 anni – il suo “coccodrillo” lo scrivo malvolentieri: più di sempre. Non solo perché ci eravamo scontrati tante volte, sempre con massicce dosi di reciproco sarcasmo, ma anche perché lo consideravo una delle teste più intelligenti del calderone. E si sa che, come diceva il generale De Gaulle, in giro i cretini abbondano ma i cervelli sono pochi.

Era nato nella provincia livornese, in quel di Rosignano Marittimo, il paesino arrampicato sulla collina: tanta gente contadina – scarpe grosse e cervello fino – ed era omonimo di quel cardinale del ‘600 che se la dava in diretta con il papa.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*