Mandato EMSA al RINA sul GNL

GENOVA – Il RINA sarà il referente dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (EMSA) per spingere sull’utilizzo del GNL sui porti e sul naviglio, sia del Mediterraneo che nel Caspio e nel Mar Nero. Primo compito:  l’implementazione dei bunkeraggi e dei depositi su piccola scala.

“Il GNL – spiega a Ship2Shore Angelo Lo Nigro, senior director energy engineering solutions di RINA – è un carburante importante nel cammino verso la decarbonizzazione. I nostri servizi contribuiranno a rendere disponibili stoccaggio e bunkeraggio di gas naturale liquefatto nelle aree portuali, diventando anche una sorta di guida per i paesi in via di sviluppo che non hanno ancora esperienza con questo tipo di bunker”.

I servizi forniti dal RINA dovranno aiutare le Autorità Portuali a determinare quali località siano idonee, sia in termini di sicurezza sia di fattibilità tecnica e finanziaria, per installare impianti di bunkeraggio o deposito di GNL su piccola scala, mettendo a disposizione un totale di otto diversi servizi, tra i quali ciascuna Autorità Portuale potrà scegliere in base ai propri obiettivi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*