Nel “Cala de’ Medici” sconfitto l’overtopping

L’ispezione della commissione consiliare del Comune – Migliaia di tonnellate di massi di cava da Campiglia grazie al pontile della Solvay

ROSIGNANO – Come ti risolvo un vecchio problema di difesa del bacino portuale dalle libecciate, grazie a un buon progetto, a molta perseveranza e a un milione e mezzo di euro messi sul piatto. Così in sintesi l’intervento nel porto turistico di Cala de’ Medici che, fortemente voluto dall’amministratore delegato e direttore del porto Matteo Ratti, è arrivato nei giorni scorsi al primo giro di boa: 25 mila tonnellate di massi delle cave di Campiglia, 3 mila viaggi di camion fino al pontile di Vada (grazie alla Solvay che ha così evitato il loro devastante attraversamento dell’abitato), 5 metri di allungamento del “piede” subacqueo del molo esterno per frantumare le onde da libeccio eliminando l’“overtopping”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*