Il porto di Ancona sempre più digitale

Rodolfo Giampieri

ANCONA – Il processo è ormai irreversibile e parte in questi giorni il progetto speciale di Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la digitalizzazione delle procedure doganali nel porto di Ancona. Per la prima volta nel comparto portuale nazionale, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale hanno sottoscritto a Roma un protocollo che attiva un avanzato e innovativo processo di controllo digitale e di tracciatura del trasporto delle merci su traghetti e in prospettiva sui container all’interno dello scalo dorico.

Una soluzione innovativa, che viene sperimentata non a caso in un porto leader per il traffico traghetti internazionale, che consente di ampliare virtualmente gli spazi portuali grazie ad un sistema software di intelligenza artificiale in grado di monitorare e controllare autonomamente i flussi di mezzi in imbarco e sbarco e che sarà poi esteso al traffico contenitori dello scalo.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*