Sfida dei porti italiani sulle norme Ue doganali

Solo in via telematica i dati relativi alla sicurezza nell’import e nell’export – Incontri con gli operatori, ma il comparto è in ritardo

ROMA – E’ l’ennesima rivoluzione annunciata, che in linea di principio dovrebbe snellire, velocizzare, facilitare tutte le operazioni doganali nei porti e negli aeroporti sul piano della sicurezza.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*