Civitavecchia è il “new deal”

Diretto cofinanziamento dell’Authority delle opere portuali

Pasqualino Monti

CIVITAVECCHIA – Il porto di Civitavecchia mostra i muscoli. E con una convention di due giorni – tra mercoledì e giovedì scorsi – dall’invero altisonante titolo di “Due giorni del Mediterraneo” ha voluto proporsi come modello per un vero e proprio “new deal” nel finanziamento delle grandi infrastrutture. Conquistando, come ha detto il presidente della sua Port Authority Pasqualino Monti – il ruolo di più importante stazione appaltante nel campo della portualità italiana, ma specialmente mettendo a regime una nuova formula che prevede il diretto cofinanziamento da parte dell’Autorità portuale delle opere in grado di produrre, sulla base di un piano finanziario ad hoc, un ritorno economico certo dell’investimento.

Non sono certo parole vuote, con un programma di investimenti già esecutivi in nuove infrastrutture portuali per un valore complessivo di oltre 300 milioni di euro.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*