Taranto e gli impegni con Evergreen ora si corre, impegno per metà 2016

Dal vertice a palazzo Chigi la promessa del governo – Entro l’anno prossimo i primi 900 metri di nuova banchina: ma la compagnia cinese adesso aspetta i fatti per tornare con le grandi navi

TARANTO – Un vertice a palazzo Chigi tra governo, istituzioni locali e il terminal TCT cui fa capo il colosso armatoriale Evergreen. Un vertice che a metà della settimana scorsa sembra aver finalmente sbloccato l’assurda vicenda degli 1,1 miliardi di investimenti per il porto “congelati” da anni per l’incrocio delle burocrazie e delle inadempienze: una vicenda che ha provocato anche la rinuncia di Evergreen a fare del porto il suo hub del centro-Mediterraneo, con drammatiche ricadute anche occupazionali.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*