“Norman Atlantic”, la tragedia e le illazioni

Confermate da Confitarma le “ottime condizioni di sicurezza” della nave: ma il problema sui ro/ro rimane il controllo delle stive/garage per l’oggettiva pericolosità dei mezzi imbarcati – Il “Port State Control” italiano e le sue garanzie

ROMA – Ogni tragedia del mare, come quella del traghetto italiano “Norman Atlantic” della Visemar sotto noleggio alla greca Anek, rievoca tragedie precedenti; che per l’Italia e l’intero Mediterraneo hanno avuto il triste primato dei morti nell’assurda vicenda del traghetto “Moby Prince” davanti a Livorno vent’anni fa. E allora come oggi, si è confermato che sull’acqua il nemico peggiore è il fuoco. Ed oggi come allora, tutta la tecnologia messa in campo dalle normative più moderne, più studiate, più sofisticate, niente o quasi può quando a bordo di una nave traghetto scoppia un incendio in stiva.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*