Roncallo: collaborazione tra i porti

Carla Roncallo

La riforma va avanti, anche se sconta qualche ritardo: e Carla Roncallo, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale, crede fermamente in una “New Age” in positivo. Ecco l’intervista.

Presidente, quali sono i punti di attrito e quali le opportunità che provengono dal processo di accorpamento dei due porti La Spezia e Marina di Carrara?

Vedo più opportunità che criticità sull’integrazione dei due scali. La Spezia e Carrara hanno vocazioni completamente diverse, sono dimensionalmente diversi; Carrara è più piccola rispetto a Spezia ma ha delle eccellenze che vorremmo implementare, non solo mantenere, come ad esempio il project cargo. La General Electric si è già insediata assorbendo la Nuova Pignone; speriamo di avere anche altre grosse imprese di questo settore che per svolgere la loro attività utilizzino le aree a monte del porto di Carrara con la banchina portuale a servizio di questo genere di trasporti. Per quanto riguarda Spezia invece stiamo cercando di portare avanti i progetti previsti dal piano regolatore portuale: due grossi progetti dei due terminalisti principali ed anche altre nostre opere come il rifacimento del fascio binari che è attualmente in fase di gara e che cercheremo di concludere a breve per garantire una maggiore efficienza sotto il profilo del trasporto su ferro della merce dal nostro porto.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*