Nuova vita per “Masquenada”

LIVORNO – Non basta per uno specialista del refitting di altissimo livello nello yachting garantire un lavoro della massima qualità: bisogna anche bruciare i tempi di consegna, perché l’armatore ha, come esigenza “bene e subito”. Quando poi l’armatore è Pierluigi Loro Piana, dell’omonima azienda di cachemire del lusso made in Italy impossibile dire di no. Così “Masquenada”, nome evocativo di una celebre samba brasiliana, è tornata a una nuova giovinezza grazie alla Lusben Craft del gruppo Azimut/Benetti. Un impegno, quello di Lusben Craft, che ha saputo esaudire il sogno di Loro Piana di riportare a nuova vita il vecchio yacht, acquistato d’impeto dopo aver perso il suo “My Song”, un Baltic Custom 130, incredibilmente perso nel golfo de Leone dalla nave specializzata che lo stava trasportando in coperta verso la Sardegna.

Loro Piana ne ha sofferto molto ma non si è arreso ai ricordi. «Dopo due anni dalla perdita di “My Song” – ci ha detto l’armatore – ho scoperto questo yacht, con un look e una funzionalità che cercavo. Mi serviva una ‘casa crociera’ e l’ho trovata. Partirò alla volta della Grecia, ma l’obiettivo è poi a novembre farò una vita da crociera con la mia famiglia. A settembre isola Eolie, Costa Amalfitana e poi a metà novembre ‘Masquenada’ spiccherà con me il volo per i Caraibi, il viaggio della mia vita». Per un uomo che ama il mare, a una certa età anche il sogno che si chiama “Meglio di niente” sembra un’ironia, ma è invece il riposo del guerriero.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*