Contributo ART dai trasportatori?

Paolo Uggè

ROMA – L’Authority dei Trasporti propone un altro contributo dal mondo dell’autotrasporto, ed è subito polemica. Il più diplomatico sembra essere Paolo Uggè: “Possono esserci spazi di collaborazione – ha detto – ma bisogna discuterne per trovare soluzioni che siano utili alle imprese e che soddisfino la funzione di regolazione che lo stesso organismo dovrebbe avere”.

Il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè ha così risposto a quanto dichiarato, in audizione al Senato dal presidente dell’Authority Nicola Zaccheo in merito a una eventuale futura richiesta di contributo dal quale attualmente il mondo dell’autotrasporto è esonerato. Zaccheo ha infatti previsto di avviare un’indagine conoscitiva dei trasporti e della logistica per acquisire elementi propedeutici alla definizione di un apparato regolatorio di settore.

“Prima di deliberare qualsiasi richiesta di contributi, sarebbe meglio che il presidente dell’ART avviasse un incontro preventivo con le associazioni che rappresentano il settore dei trasporti – suggerisce Uggè – Spazi di dialogo possono esistere, ma bisogna trovare il punto d’incontro tra le nostre esigenze e quelle espresse da Zaccheo”.

“Nel caso questo non avvenisse, le associazioni dell’autotrasporto ribadiscono la propria contrarietà al versamento di contribuzioni”. 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*