Auto, il mercato riprende dall’usato

ROMA – Prosegue la stagione positiva per il mercato dell’auto usata che a febbraio archivia aumenti a due cifre, anche per effetto della giornata lavorativa in più per l’anno bisestile. I passaggi di proprietà delle autovetture al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno registrato un incremento del 15,6% rispetto al mese di febbraio 2023 (+10,1% in termini di media giornaliera), confermando ancora una volta come il mercato dell’usato continui ad attrarre maggiori consensi rispetto al mercato del nuovo: per ogni 100 autovetture nuove a febbraio ne sono state vendute 185 di seconda mano, che salgono complessivamente a 193 nel primo bimestre dell’anno.

In crescita anche i passaggi netti di motocicli, che hanno messo a bilancio un incremento del 14,3% rispetto al mese di febbraio 2023 (+8,8% in termini di media giornaliera).

Per quanto riguarda le alimentazioni le preferenze dei consumatori, per l’ennesima volta, sono ricadute sui carburanti tradizionali (gasolio e benzina); la quota delle vetture ibride a benzina di seconda mano si attesta tuttavia al 6,3%, evidenziando un aumento del 72,4%. Sempre al palo le compravendite di auto elettriche, che seppure in crescita del 71,2%, non superano ancora lo 0,6% di quota.

Nelle minivolture si confermano al primo posto le alimentazioni diesel (49,7% di quota a febbraio, in calo rispetto all’analogo mese del 2023, quando era il 53%). L’incidenza delle alimentazioni ibride a benzina si colloca invece al 7,9%, superando ancora una volta quella delle alimentazioni a gpl che si attesta al 7,5%. Da evidenziare infine l’aumento delle minivolture di auto ibride a gasolio (+60,5%), la cui quota resta però ancora al di sotto del 2%.

Nei primi due mesi del 2024 rispetto allo stesso periodo del 2023 i trasferimenti netti evidenziano aumenti del 14,1% per le autovetture, dell’11,4% per i motocicli e del 13,2% per tutti i veicoli.

Forte balzo a febbraio per le radiazioni, che nel settore delle quattro ruote hanno conseguito un eclatante +55,9% rispetto al mese di febbraio del 2023 (+48,4% in termini di media giornaliera). Risultato determinato in particolare dalle rottamazioni (+22,3%), dalle esportazioni (+29,3%) e da quasi 29.000 radiazioni d’ufficio attivate dalla Regione Lombardia. Il tasso unitario di sostituzione a febbraio risulta pari a 0,90 (ogni 100 auto nuove ne sono state radiate 90) e a 0,81 nel primo bimestre dell’anno.

Incremento mensile anche per le radiazioni di motocicli che hanno chiuso il bilancio di febbraio con una variazione positiva del 41,5% rispetto all’analogo mese del 2023(+34,7% in termini di media giornaliera), su cui ha pesato anche in questo caso la radiazione d’ufficio di oltre 3.000 motocicli operata dalla Regione Lombardia.

Complessivamente nel primo bimestre 2024 rispetto allo stesso periodo del 2023 le radiazioni hanno archiviato  incrementi del 34,4% per le autovetture, del 23,5% per i motocicli e del 35,4% per tutti i veicoli.

RADIAZIONI E USATO AD FEBBRAIO

RADIAZIONI PASSAGGI DI PROPRIETA’ (*)
FEB ’23 FEB ’24 Var. % FEB ’23 FEB ’24 Var. %
AUTO 84.614 131.874 55,9 235.603 272.407 15,6
MOTO 10.544 14.917 41,5 41.926 47.912 14,3
TUTTI I VEICOLI 104.749 165.969 58,4 317.625 365.436 15,1

RADIAZIONI E USATO DA GENNAIO A FEBBRAIO

RADIAZIONI PASSAGGI DI PROPRIETA’ (*)
GEN-FEB  ’23 GEN-FEB  ’24 Var. % GEN-FEB  ’23 GEN-FEB  ’24 Var. %
AUTO 167.488 225.076 34,4 469.904 536.085 14,1
MOTO 19.942 24.635 23,5 77.690 86.518 11,4
TUTTI I VEICOLI 206.182 279.242 35,4 629.002 712.114 13,2

Fonte: ACI – Automobile Club d’Italia      (*) Al netto delle minivolture.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*