La “neverending story” delle vasche di colmata sta nascendo la seconda, ma la prima è palude

Solo adesso, dopo anni, si sta sperimentando il consolidamento di un primo settore con l’aiuto dell’Università di Pisa – Il problema dell’impermeabilizzazione sul fondo – L’ipotesi del “sito” da passare alla Regione Toscana

LIVORNO – La foto qui sopra, fatta pochi giorni fa dalla Scovavento, sembrerebbe poter aprire il cuore ai livornesi che amano il porto: si vede la prima vasca di colmata finita da anni e specialmente si vede la seconda vasca di colmata, quella di cui nessuno pudicamente parla, in avanzata fase di costruzione nella sua scogliera perimetrale di contenimento. In silenzio ma con costanza, anche la seconda vasca cresce. E sebbene le due vasche insieme non siano che l’abbozzo di quella Piattaforma Europa che solo pochi anni fa veniva vagheggiata come il porto del prossimo futuro, è pur sempre una bella immagine, che testimonia di un porto non immobile né sconfitto.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*