Piombino verso il “green port”

PIOMBINO – Bertocci Montaggi è un’azienda di impiantistica industriale, azienda di noleggio gru a Montegemoli (LI) fondata nel 1927 da Ferruccio Bertocci come ditta individuale legata alle attività impiantistiche presso il Cantiere Navale di Livorno.

In rapida successione, grazie alla forte espansione della siderurgia, l’azienda orienta i propri servizi verso gli stabilimenti siderurgici di Piombino, La Magona e L’ILVA. Oggi è tra le imprese più dinamiche e aperte alle innovazioni nel territorio.

La Bertocci, a seguito dell’acquisizione delle centrali termoelettriche CET2 e CET3 di Piombino e condividendo un percorso con l’Autorità Portuale di Piombino, avviò un imponente progetto che prevedeva l’alimentazione delle nuove aree portuali all’epoca in corso di realizzazione.

Dopo due lunghi anni trascorsi ad analizzare e perfezionare lo sviluppo della progettazione ed approfondimento degli studi di fattibilità, pur avendo trovato interessanti soluzioni tecno-operative per l’alimentazione elettrica delle aree portuali, l’ambito piano fu improvvisamente abbandonato dalla nuova istituita “Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale”, insediatasi al posto della vecchia Autorità di Sistema Portuale.

Il piano in questione prevedeva di utilizzare i sistemi elettrici dell’esistente centrale elettrica CET3 (che, elemento da non trascurare, dista poche centinaia di metri dalle nuove aree portuali) con la finalità di alimentare i nuovi insediamenti industriali del Porto di Piombino e per soddisfare le pressanti richieste di General Electric che quale presupposto all’insediamento e al fine di soddisfare le proprie necessità progettuali richiedeva grandi potenze in alta tensione e soprattutto in tempi strettissimi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*