Darsena Europa, primo passo

LIVORNO – Le incognite sono ancora parecchie, specie sul piano finanziario. Ma in tanti si va avanti: “Memento audere semper”, osare sempre come citava D’Annunzio. Due giorni fa, a palazzo Rosciano sede dell’AdSP livornese, è stato formalmente sottoscritto il contratto per i lavori propedeutici alla protezione e ai fondali foranei della Darsena Europa. Presente il presidente della Regione Eugenio Giani – Firenze come noto ha messo sul piano ben 200 milioni di euro – insieme al consigliere  Francesco Gazzetti, con la firma del contratto, gli aggiudicatari avranno a disposizione 90 giorni per consegnare il progetto esecutivo, per predisporre il quale sono stati incaricati Technital spa (società mandataria), Modimar Project ed E&G. Successivamente, comunque a breve, verranno avviate le attività per la bonifica bellica, che richiederanno 270 giorni di tempo.

I lavori veri e propri dureranno 1700 giorni, a partire dalla fine di autunno come ha detto il presidente Luciano Guerrieri.

Si prevede la realizzazione di una Diga Foranea esterna di 4,6 km, composta dal nuovo molo di sopraflutto (Diga Nord) e dalla nuova Diga della Meloria in sottoflutto (mentre quella vecchia verrà demolita). Verranno inoltre realizzate dighe interne per 2,3 km, a delimitare le nuove vasche di colmata (100 ettari) che si andranno ad aggiungere a quelle già esistenti (da 70 ettari) e già oggetto di un progetto di consolidamento.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*