Un motoscafo e un attracco per il SIL

Il determinante contributo dell’Autorità portuale e dell’Inail – L’impegno delle istituzioni per aprire il mare anche a chi è meno fortunato

Il taglio del nastro, il presidente Gallanti e l’ammiraglio Dell’Anna in visita al “Primo Pensiero” nel suo nuovo pontile d’ormeggio dedicato.

LIVORNO – Si chiama “Primo pensiero”, è uno scafo Sagene, cabinato a motore di circa 10 metri appositamente attrezzato con una gru-paranco per calare in mare e recuperare persone diversamente abili: ed è stato realizzato grazie al concorso dell’Inail con l’associazione SIL (Sport Insieme Livorno) presieduta dal tennis coach Claudio Rigolo, anch’egli diversamente abile ma da anni impegnato a trovare, per chi è costretto in sedia a rotelle, soluzioni che ne riducano i limiti motori. L’imbarcazione è stata inaugurata nel nuovo ormeggio, dotato di apposito pontile, sul Fosso Reale proprio di fronte alla Capitaneria, con accesso dalla piazzetta Tito Neri. Alla cerimonia ha partecipato anche un gruppo di pescatori dei vicini mezzi da lavoro.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*